giannini

Info: Your browser does not accept cookies. To put products into your cart and purchase them you need to enable cookies.
L'Età Barocca dei Grimaldi di Monaco nel loro Marchesato di CampagnaStato e Chiesa nel Mezzogiorno napoleonico








La soteriologia plotiniana. Uno studio sulla doppia concezione del bene nella filosofia di Plotino
View Full-Size Image


  Joaquin Mutchinick

La soteriologia plotiniana. Uno studio sulla doppia concezione del bene nella filosofia di Plotino

e.book: 978-88-6906-045-8


Price: 10,00€





La soteriologia plotiniana. Uno studio sulla doppia concezione del bene nella filosofia di Plotino

Codice: 689-2
Anno edizione: 2013
Pagine: 204 (edizione cartacea)
Collana: itaca vol. 2


Il presente lavoro si propone di determinare il modo in cui si configura la ricerca del bene nella filosofia di Plotino. Lo scopo è quello di evidenziare la presenza di due diverse concezioni del bene all’interno del suo sistema. Più precisamente, si cercherà di mostrare che la sua ricerca teoretico-pratica del bene risulta composta, da un lato, da una concezione del bene i cui caratteri essenziali egli recepisce dalla tradizione filosofica greca e, dall’altro, da una concezione del bene che somiglia in più punti alla soteriologia cristiana. In funzione di tale compito, dovremo riconoscere il modo specifico in cui la filosofia greca e la religione cristiana inseguono il loro bene; le due “vie” che concretizzano il tšloj formalmente comune in due concezioni diverse. Così potremo osservare, alla fine dello studio, che la filosofia di Plotino si serve di entrambe le modalità, articolandole in una dinamica che la caratterizza, nonostante i suoi legami inscindibili con l’eudemonologia filosofica, come una forma di “soteriologia”. Pertanto, nel primo capitolo si cercherà di guadagnare una comprensione della ricerca filosofica del bene. Dato che il nostro interesse è incentrato sulla modalità del suo raggiungimento, abbiamo ritenuto conveniente limitare l’indagine alle dottrine di Epicuro e di Epitteto, in cui l’aspetto che intendiamo porre in luce si mostra con particolare evidenza. L’analisi di soli due casi inter alia non ci consentirà di trarre conclusioni sull’intero quadro storico di riferimento, ma ci permetterà di evidenziare in esso – e proprio all’interno di due movimenti che per prestigio e diffusione rivestono un’importanza capitale – la presenza di alcuni dei suoi caratteri fondamentali. Nel secondo capitolo si passerà allo studio della filosofia plotiniana, tentando di ricostruirne l’apparato dottrinale che guida la sua ricerca del bene. In seguito, nel terzo, si confronterà la modalità tradizionale con quella plotiniana, cercando di determinare i loro punti di contatto e la specificità di quest’ultima. Nel quarto e nel quindo, si paragonerà tale specificità con la modalità cristiana, di cui si rinveniranno gli aspetti essenziali, e infine si considererà la fisionomia propria dell’agatologia plotiniana.

       
       
       
       
       
       
       
       
       
       

List All Products


Advanced Search
Download Area
Show Cart
Your Cart is currently empty.