giannini

Info: Il tuo browser non accetta i cookie. Se vuoi utilizzare il carrello e fare acquisti devi abilitare i cookie.
Il Mezzogiorno e il Decennio. Architettura, città, territorioL'idea dell'Antico nel Decennio Francese








Ordine e disordine. Amministrazione e mondo militare nel Decennio francese
Visualizza Ingrandimento


  AA. VV. a cura di Renata De Lorenzo

Ordine e disordine. Amministrazione e mondo militare nel Decennio francese

e.book: 978-88-6906-039-7


Prezzo: 15,00€





Ordine e disordine. Amministrazione e mondo militare nel Decennio francese

Codice: 505-5
Anno edizione: 2013
Pagine: XXX+666 (edizione cartacea)
Collana: Decennio Francese (1806-1815)
Atti del sesto seminario di studi “Decennio francese (1806-1815) – Vibo Valentia, 2-4 ottobre 2008
Ordine e disordine rappresentano una diade concettuale che si focalizza sull’incrocio dei temi e delle competenze in quanto non prevede contorni rigidi e finisce per plasmare la società nel suo complesso. La categoria mentale e operativa di riferimento è il bonapartismo, inteso come tentativo di un individuo di concentrare su di sé la direzione della nazione, fidando nelle proprie
capacità straordinarie e accentuando il potere esecutivo a danno di quello legislativo. Dopo il passaggio della sovranità dal re alla nazione nella fase della repubblica, questa stessa sovranità si trasferisce in un capo militare carismatico,
divenuto tale grazie alle guerre rivoluzionarie. Il nuovo quadro politico è ostacolato non solo da realisti o giacobini, ma anche da mondi riportabili ad un’opposizione indifferenziata di coscritti, ribelli o disertori, vagabondi e mendicanti, refrattari alle nuove leggi, contadini che diventano facilmente briganti.
Contro di essi leggi, codici, interventi polizieschi non riescono tuttavia ad estirpare resistenze che trasmettono alla fase post-napoleonica nuove modalità di concepire il cambiamento, in tutte le sue accezioni.